Nevertheless, 2021

Nevertheless 2021 Kdrama sub ita Netflix

Nevertheless, la trama. Di cosa parla il kdrama che ha provato a scioccare la tradizionalista Corea del Sud

Yoo Na-bi conosce il fascinoso Park Jae-eon poco dopo aver rotto con il suo fidanzato, un artista affermato ma infedele e patologicamente manipolatore. Tra di loro l’attrazione è immediata e dirompente. Lei vorrebbe scappare, allontanarsi da una situazione che la porterebbe a cedere incautamente alle lusinghe di uno sconosciuto. Eppure…

La ragazza scopre che Park Jae-eon è studente nella stessa scuola che lei frequenta. Viene a sapere che molte voci circolano su di lui: è un seduttore, conquistatore seriale, collezionista di avventure senza importanza. E’ noto per non avere relazioni stabili. Tutto questo la spingerebbe a evitarlo con cura. Eppure…

I due inevitabilmente cominciano a frequentarsi, ma la loro relazione – com’era prevedibile – non è altro che una storia di letto. E’ lui a imporre i modi e i tempi dei loro incontri, giocando con lei un sottile, spietato gioco di seduzione in cui lei rimane sempre più irretita. Le voci su quella storia iniziano a diffondersi e lei ne ha il maggior danno. La ragione le dice di allontanarsi, specie quando si rende conto che Park Jae-eon non frequenta solo lei. L’unica alternativa sarebbe quella di lasciarlo. Eppure…

Eppure l’attrazione è troppo forte e Yoo Na-bi tra mille interrogativi cede ripetutamente alla passione per Park Jae-eon.

Nevertheless kdrama recensione ita passione protagonisti

Nevertheless, quali temi affronta e perché merita di essere visto

In sole 10 puntate i temi affrontati da Nevertheless sono molti e decisamente interessanti. Purtroppo la maggior parte di essi viene introdotta nella prima parte del drama e non sono adeguatamente sviluppati, però apprezziamo sicuramente il tentativo, piuttosto innovativo nel panorama televisivo coreano.

Le relazioni tossiche e manipolatorie

Che si tratti della relazione con l’ex fidanzato o di quella con Park Jae-eon, i rapporti della protagonista sono caratterizzati da violenza psicologica, tradimenti ed elementi manipolatori evidenti.

Prendiamo ad esempio l’ex di Na-bi, l’artista. Il drama si apre in maniera molto potente, con l’esposizione di una scultura che ritrae Na-bi in una posizione sessualmente esplicita. Quando la ragazza la vede ne rimane comprensibilmente umiliata. Questa è solo la goccia che fa traboccare il vaso.

Nevertheless kdrama scultura erotica

Attraverso alcuni flashback, noi veniamo a conoscenza di una relazione basata sulle continue violenze psicologiche: dal convincerla a non usare il preservativo all’arrabbiarsi con lei per il colore di smalto indossato fino ad arrivare al tradimento. Facendo leva sulla sua scarsa autostima e sui suoi sentimenti, l’uomo ha sempre controllato la vita di Na-bi.

Ma anche il rapporto con Jae-eon ha aspetti devianti. Se è comprensibile frequentare una persona senza necessariamente etichettare la relazione, è però perverso giocare con i sentimenti e le debolezze degli altri.

L’animale-guida di Jae-eon è la farfalla, simbolo dell’amore infedele che si posa di fiore in fiore. Non è un caso che il ragazzo abbia un metodo per sedurre le donne che è sempre uguale a se stesso, una ripetitività che sfiora il patologico: disegnare una farfalla sul loro braccio e dire loro sempre le stesse frasi.

Non solo. Jae-eon non chiude mai veramente con le sue ex, considerandole come accessori nel suo parco-giochi. Non si assume la responsabilità dei propri comportamenti, mostrando così di essere immaturo e privo di profondità, interessato esclusivamente al gioco seduttivo e non all’altra persona.

Nevertheless kdrama subita farfalla relazione tossica protagonista

Cosa rende diverso Nevertheless rispetto agli altri kdrama

Quanto detto finora è interessante perché descrive uno scenario attuale e realistico: quello delle relazioni tossiche con tratti narcisistici, dove le debolezze di una parte vengono sfruttate a vantaggio dell’altra.

In generale (e ripeto ‘in generale’) i kdrama ci presentano amori e relazioni caratterizzati da tratti estremamente romantici, cavallereschi, talvolta addirittura fiabeschi. Quanti drama abbiamo visto in cui l’arrogante e caparbio chaebol arriva ad ammorbidirsi e sfidare la famiglia ostile solo per amore della povera e indifesa fanciulla? Decine e decine.

E quanti ancora ne abbiamo visti in cui la fanciulla trema pudica al solo pensiero di sfiorare la mano dell’uomo che ama, anche se siamo nel XXI secolo, e lei ha compiuto i 30 anni da un pezzo?

Ora, ammetto che questi sono tra i motivi per cui i drama piacciono – evocano un mondo di sentimenti puri e delicati. Talvolta, però, completamente irrealistico.

Nevertheless, almeno nelle premesse, ha il grande pregio di gettare lo sguardo sulla realtà delle relazioni giovanili, senza tentare di indorare troppo la pillola. Peccato che – come vedremo meglio dopo – questo aspetto non viene sufficientemente approfondito.

I turbamenti della protagonista, tra desiderio e perbenismo

Non piacerà vederlo scritto nero su bianco, ma è la verità: sono soprattutto le donne a preoccuparsi della «reputazione» quando certe voci cominciano a diffondersi. E sono sempre le donne a porsi più domande sul futuro di un nuovo rapporto. Certo, come ogni verità ha le sue eccezioni, ma in linea di massima il mondo funziona ancora così.

Nevertheless kdrama da vedere Netflix 2021 Nabi protagonista

Na-bi fa entrambe le cose. Pur cedendo alla passione e mettendo il desiderio sopra tutto, non può evitare di tormentarsi per le voci che su di lei iniziano a diffondersi. E’ vero che noi non abitiamo nella tradizionalissima Corea del Sud, quindi forse non capiamo quando forte possa essere il giudizio dell’opinione pubblica e quanto possa influenzare i comportamenti. Però possiamo immaginarlo.

Anche qui, Nevertheless è estremamente realistico perché, anche se forse non con la stessa ossessiva morbosità, quale donna nella situazione di Na-bi non si porrebbe gli stessi interrogativi? «Mi amerà? Vorrà una relazione con me? Che futuro abbiamo insieme? Sono solo una delle tante?»

Vedremo che, purtroppo, la serie si è rivelata ancora una volta meno coraggiosa nella realizzazione rispetto ai presupposti, che erano ottimi.

Nevertheless, perché alla fine delude

Nonostante io ritenga che Nevertheless sia una serie tv da vedere, mi duole dire che non mantiene le promesse.

Uno scarso approfondimento dei personaggi

In generale il drama non eccelle per approfondimento psicologico. Senza entrare troppo nei dettagli, non ricordo un singolo personaggio di cui abbiano indagato a fondo il background. Ci hanno provato con il main lead, giusto per spiegare il motivo del suo comportamento, ma è stato fatto così poco e così male che la figura di Jae-eon rimane bidimensionale. Scarsamente aiutata da una recitazione non eccelsa (Song Kang, perdonami; dovresti trasudare fascino a palate, ma sei meno espressivo di un palo della luce).

La situazione non migliora con la protagonista perché, come dicevo sopra, se i presupposti sono ottimi, la realizzazione delude. Nella seconda parte del drama, infatti, anziché progredire la storia si attorciglia su se stessa, riproponendo sempre le stesse dinamiche (ti prendo/ti mollo), le stesse paranoie. Il che, oltre a essere ripetitivo, è noioso.

Questo ci rivela che non è stato fatto un buon lavoro di scrittura sull’evoluzione interiore di Na-bi. Infatti, anziché crescere e scendere a patti con il suo desiderio, noi la vediamo continuare a porsi sempre le stesse domande senza soluzione di continuità.

Un finale stonato e poco coraggioso

*** Attenzione: contiene spoiler ***

kdrama recensioni intokdrama
La bellezza dei due protagonisti, Song Kang e Han So-hee

L’aspetto in assoluto più deludente di Nevertheless è il finale. Se il drama era stato coraggioso nel mostrare con realismo l’ambito delle relazioni giovanili contemporanee – fatto di legami manipolatori, dipendenze, violenze psicologiche e pulsioni sessuali – alla fine perde tutto il suo coraggio nel momento in cui ci dice che ehi, è sempre stato amore!

Ecco, questa esigenza di dover elevare a tutti i costi un’amicizia ‘with benefits con il nobile sentimento dell’amore la trovo ipocrita.

Non voglio essere fraintesa. Certo, l’amore è nobile. E certo, non ci sarebbe stato nulla di male a far mettere insieme quei due SE avesse avuto un senso nell’economia della storia e SE la storia fosse stata scritta come si deve.

Quello che non ha senso è il fatto che sia sempre stato amore da parte di Jae-eon, fin dal giorno dell’umiliazione pubblica di Na-bi di fronte alla scultura erotica. Ci risiamo: il solito cliché dell’amore destinato che sboccia come un fungo sulla base del nulla cosmico. Ben diverso sarebbe stato se quei due avessero maturato nel corso del tempo un sentimento reciproco, accresciuto dalla conoscenza e (perché no) dal sesso. Questo sarebbe stato credibile e maturo.

Invece, gli sceneggiatori coreani hanno voluto osare fino a un certo punto, ci hanno fatto credere in un prodotto di rottura e anticonformista per poi fare marcia indietro e propinarci la solita storia dell’amore a prima vista e del vissero per sempre felici e contenti.

Voto: 6+/10

Numero puntate: 10

Durata: 70 minuti circa

Dove vederlo: Netflix

Una risposta a “Nevertheless, 2021”

  1. Ottima recensione… ho appena finito di guardarlo e condivido i tuoi pensieri… del background dei personaggi si sa po’ che niente, soprattutto su Jae-eon che ha questa attitudine verso le relazioni e sarebbe stato opportuno presentare per lo meno il suo rapporto con il padre e la madre o come ha vissuto la sua infanzia. Quella “ex-ragazza” che lui continua a vedere durante tutta la serie, non si capisce chi è o perché lui continua ad andare da lei… tutto molto strano. Finale decisamente deludente, soprattutto molto assurdo e un po’ patetico quando Na-bi in una delle frasi finali dice qualcosa del tipo: “so che continuerò a soffrire stando con te, ma tuttavia…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *