Mini-recensione: Go Ahead (Cina, 2020)

Go Ahead Drama Cina cdrama

Go Ahead è un melodramma cinese di genere slice of life, e a oggi si colloca di prepotenza tra mie le serie TV asiatiche preferite.

Il titolo originale cinese, tradotto, è «In nome della famiglia», e rende benissimo il senso di tutta la narrazione. Si tratta, infatti, di un drama familiare, in cui vengono narrate e analizzate le dinamiche tra i componenti di due nuclei familiari legati da un rapporto tanto stretto quanto complesso.

Go Ahead, la trama in breve

La storia ruota intorno a tre ragazzini che crescono come fratelli pur senza avere legami di sangue. Tutti e tre hanno storie dolorose alle spalle, e hanno sviluppato caratteri molto diversi tra loro. Trovano l’uno nell’altro conforto e sostegno, anche grazie ai due padri che fanno di tutto per creare un ambiente familiare sereno e spensierato.

Go Ahead trama cina recensione

Dopo il liceo i ragazzi si separano. Le problematiche delle loro infanzie tornano a bussare alla porta. La madre che aveva abbandonato uno dei due ragazzi e il padre biologico dell’altro (che pure erano stati assenti negli anni della crescita) reclamano i loro diritti. I tre giovani inizialmente provano a restare in contatto, ma ben presto si perdono di vista e diventano dei cortesi estrani gli uni per gli altri.

Si rincontreranno dopo molti anni e dovranno ricostruire il loro rapporto, affrontare nuove sfide e andare incontro alla maturità risolvendo i nodi del loro passato.

Go Ahead, perché guardarlo

I motivi per cui guardare Go Ahead:

  • E’ un drama che cattura fin dai primissimi episodi. Le prime 10 puntate, che si concentrano sull’infanzia dei tre protagonisti, sono un gioiello. Perfettamente strutturate, commoventi e ricche di tematiche intense, ci raccontano cos’è davvero una famiglia. ‘Famiglia’ non è tanto il legame di sangue quanto chi si preoccupa per il nostro benessere, chi si prende cura di noi e c’è in ogni momento – lieto o triste che sia.
  • Il cibo è uno dei protagonisti di questo show. Il padre dei ragazzi gestisce un piccolo ristorante di noodles, e dice di se stesso di essere capace «soltanto di cucinare». In realtà, attraverso il cibo cura le loro anime, è sempre presente in modo amorevole e discreto.
Go Ahead trama recensione Cina Drama
  • La psicologia dei protagonisti è tratteggiata in modo pregevole. Le loro azioni non sono mai incomprensibili o esagerate. Personalmente, trovo che questo drama abbia fatto un lavoro eccelso nella descrizione dei personaggi, e non solo di quelli principali.
  • Le storie secondarie sono tutte interessanti e avvincenti. Propongono tematiche che, pur ruotando sempre nell’ambito familiare, contengono begli spunti di riflessione. Ciò che ho maggiormente apprezzato (e mi ricollego al punto precedente) è che ognuno qui ha la propria personalità, il proprio modo di affrontare problemi, traumi e relative soluzioni. E l’evoluzione della trama rispetta in modo coerente le singole storyline.
  • Nelle 40 puntate per me non ci sono stati punti morti, rallentamenti o parti noiose da seguire. Certo, ritengo che l’inizio abbia una magia che la parte centrale un po’ perde. Il punto di forza di Go Ahead non è tanto nel romance (il triangolo amoroso regala scene molto divertenti, ma non è il fulcro della storia) ma proprio nel descrivere l’importanza dei legami famigliari.

Go Ahead – conclusione

Go Ahead per me è stata un’autentica rivelazione, un drama che mi ha fatto sognare, emozionare e riflettere. Pieno di buoni sentimenti e calore umano, lo consiglio spassionatamente se avete bisogno di uno show che vi faccia stare bene, vi doni speranza nel genere umano e vi lasci con una sensazione di bellezza e serenità.

Curiosità: in una delle puntate finali, la protagonista cita i «matrimoni fantasma», un’usanza cinese dei tempi antichi. Ricordate? Ne avevamo parlato in un articolo dedicato. Ve lo lascio qui, se avete voglia di approfondire!

Voto: 9.5

Dove vederlo: Viki

Numero episodi: 40

Durata: 40 min. circa

Leggi le altre Mini-Recensioni

2 risposte a “Mini-recensione: Go Ahead (Cina, 2020)”

  1. Le recensioni dei Cdrami sono estremamente utili e ben confezionate. Ho visti tutti i drama cinesi dei quali viene proposta la mini recensione fatta eccezione per General’ s Lady e condivido le analisi e la presentazione che ne viene fatta.
    Trovo interessante anche la Rubrica proposta che permette di conoscere e orientare il lettore che può così fare una scelta consapevole e coerente con i suoi interessi nel momento che deve scegliere la visione di una nuova serie.
    Mi piacerebbe conoscere anche i drama asiatici che hanno vinto premi nel corso degli anni e che si possono paragonare agli oscar americani

  2. […] avete visto il drama cinese Go Ahead, l’inizio di Unknown vi ricorderà quella bellissima serie. Molte infatti sono le assonanze: […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *